+39 347.70.90.486
Via Margherita 22, 01010 Vejano (VT)
<<< Torna al capitolo di interesse selezionato prima

Tolfa

                                                        Tolfa


Tolfa è un borgo agricolo posto in bella posizione sui Monti della Tolfa.
Gli insediamenti umani nell’area tolfetana risalgono non solo all’epoca etrusca ma addirittura al paleolitico, come dimostrano i resti di villaggi e di necropoli etrusche sparsi nei dintorni del paese. La civiltà Etrusca venne soppiantata da quella Romana che ugualmente ha lasciato varie tracce.
Sull’origine del nome ”Tolfa” vi sono due possibili ipotesi: il nome potrebbe derivare dalla radice ”Tul”, di origine etrusca, avente il significato di ”sollevare” e quindi potrebbe indicare l’altitudine in rapporto alla sua posizione geografica; oppure potrebbe avere origine dalla cultura Longobarda, presente nella zona dalla fine del VI secolo, nella cui onomastica è molto diffuso il suono terminale ”Ulfo”.
Tolfa conosce il suo periodo più fiorente nell’età alto medievale; periodo in cui l’abitato si estese a partire dalla Rocca ad una più ampia e definitiva cinta muraria con la costruzione delle chiese, della piazza antistante e di tutte le strutture necessarie alla vita sociale quotidiana.

 

Luoghi di interesse


• Rocca dei Frangipane Ruderi di età medioevale, dominano l’abitato su un’altura rocciosa.
• Chiesa della Sughera Costruita nei primi del ’500 da Agostino Chigi, vi si conservano due belle tele di P.Gagliardi e A.Capalti.
• Antiquarium Etrusco Romano Sito all’interno del Palazzo Comunale.
• Palazzo della Ragione Costruito intorno al 1200 come sede dell’esercizio del pubblico potere.
• Palazzzo comunale e Torre dell’Orologio Sulla cui sommità sono poste, racchiuse in una gabbia di ferro battuto, le campane che scandivano il tempo delle giornate dei vecchi tolfetani.

 

Manifestazioni
 

• Festa della Befana a cavallo (6 Gennaio)*Suggestivo corteo notturno di butteri
• Festa di San Giuseppe (19 Marzo)* Esposizione dell’artigianato locale e tradizionale corsa di cavalli.
• Festa del tartufo e dei prodotti tipici (Prima metà di Luglio)* Stands gastronomici, mostra dell’artigianato locale, festa degli antichi mestieri.
• Palio dei Butteri (Prima metà di Agosto)*. Cattura di un vitello con il lazzo. Gara ad eliminatoria tra concorrenti rionali, locali e regionali. Sfilata storica.
• Madonna della Sughera (Seconda metà di Agosto) *Corteo in costumi d’epoca.
• Festa di San Egidio (Settembre) *Festeggiamenti in onore del Santo Patrono.
Le antiche cave di Allume forniscono il terreno ideale per una coltura recentemente riscoperta l’acidità del terreno circostante i vecchi impianti di estrazione, ed il microclima caratterizzato da piogge frequenti ed escursioni termiche limitate, ottimale per la crescita del castagno, hanno fatto sì che già nella metà dell’Ottocento la coltivazione di questo albero da frutto rappresentasse una rilevante fonte di reddito.
Da una trentina di anni, soprattutto nei comuni di Allumiere e Tolfa, questa attività sta vivendo una ”nuova giovinezza”, con il reinnesto di circa 5000 piante e con la nascita di cooperative locali di castanicoltori. In particolare, si cerca di dare molto spazio ad un tipo di coltivazione con basso livello di meccanizzazione, svolta prevalentemente da aziende a conduzione familiare, cercando di ottenere anche un marchio di qualità. La ”sagra delle castagne e del pan giallo”
Durante la seconda decade di novembre, nel paese che deve il proprio nome alle miniere di allumite (o ”allume di rocca”) scoperte nel XV secolo, ossia ad Allumiere, si tiene la sagra di prodotti tipici locali. È un’ottima occasione per scoprire che la zona della Tolfa offre molti gustosissimi sapori, oltre a incomparabili bellezze naturali.

*Prima di mettersi in viaggio verificare la corispondenza delle date indicate.



 

Documenti allegati