+39 347.70.90.486
Via Margherita 22, 01010 Vejano (VT)
<<< Torna al capitolo di interesse selezionato prima

Palestrina

                                           PALESTRINA (Alt. m. 465 s.l.m.)

Palestrina sorge su uno sperone tra il fiume Aniene e il Sacco. L’attuale impianto urbanistico si è sviluppato sul preesistente tempio romano della Fortuna Primigenia.
Il tempio testimonia che nel secolo VII a.C. Praeneste (nome dell’antica città, fondata secondo la leggenda da Telegono, figlio di Ulisse e della Maga Circe) era già una fiorente città. Il santuario venne chiuso nel IV sec. d. C. in seguito alle disposizioni di Teodosio contro i templi pagani.
La storia di Palestrina è strettamente legata a due grandi famiglie nobili, i Colonna prima, e i Barberini poi.
Una fase importante delle vicende storiche della città avvenne nel maggio 1849 durante la difesa della Repubblica Romana, quando Garibaldi vi sconfisse le truppe Borboniche di Ferdinando II delle Due Sicilie. Palestrina viene ricordata anche per aver dato i natali a Giovanni Pierluigi detto il Palestrina, creatore della polifonia. Inoltre, è da Preneste che deriva il nome di una delle più antiche strade italiane: la ”Prenestina”, che univa con un percorso di 23 miglia la città di Roma con l’antica Preneste, odierna Palestrina. La via fu poi prolungata oltre Preneste fino a raggiungersi con la via Latina.

 

Luoghi di interesse


• Tempio della Dea Fortuna Primigenia - Il Tempio dell’oracolo della Fortuna Primigenia è una straordinaria realizzazione dell’architettura ellenistica italica di tipo scenografico, ispirata a modelli dell’Egeo orientale della fine del II° sec. a.C., anche se l’origine del luogo di culto risale ad epoca più antica. La novità, rispetto ai modelli ellenistici, consiste nell’uso massiccio dell’opera cementizia, che permetteva di realizzare strutture enormi.
• Palazzo Colonna-Barberini - L’antico palazzo fu costruito dai Colonna sulle strutture dell’emiciclo
superiore del santuario della Fortuna Primigenia intorno al 1050. L’edificio è stato più volte devastato e riedificato nelle forme attuali da Taddeo Barberini nel 1640, anno in cui il cardinale Francesco, fratello di Taddeo, vi collocò il celeberrimo mosaico del Nilo.
• Cattedrale di S.Agapito - Ricostruito su un tempio romano del IV sec. a.C. Nel IX sec. vi furono portate le reliquie di S. Agapito, martire a 15 anni sotto l’imperatore Aureliano. Nel secolo XII la chiesa fu ampliata in forme romaniche, ma di questo periodo no rimangono che poche tracce.
• Casa natale di Giovanni Pierluigi da Palestrina - (Sec. XV) Nato a Palestrina intorno al 1525 e morto nel 1594.
• Fonte Ceciliana - Importante complesso termale.
• Chiesa di Santa Rosalia - Edificata dal principe Maffeo Barberini È incorporata al Palazzo Baronale.
Vero gioiello dell’architettura barocca.
• Necropoli - Le Necropoli nelle località di Santa Colombella e San Rocco.
Manifestazioni
• Focaracci di S. Giuseppe (Marzo-Aprile)* antica usanza legata a riti pagani, in cui cataste di legna bruciano al tramonto del giorno della festa del santo sino a notte inoltrata. Sulla catasta viene infisso un palo aven te sulla cima l’immagine del santo.
Venerdi’ Santo  Solenne rievocazione della Passione di Cristo con suggestiva sfilata di personaggi in costume.
• S.Antonio da Padova (13 Giugno)* La Processione delle Zitelle. Al tramonto la statua del santo passa in processione nelle vie del paese, seguono la processione i fedeli e le signorine con un cero in mano e, sull’abito bianco l’immagine ricamata della Madonna del Carmine, alla devozione per il Santo la speranza di trovare presto un marito.
• Corpus Domini (Giugno)* Solenne processione ed ’infiorata’.
• Sagra delle Pesche (Metà Luglio)*
• Festa di Sant’Agapito (17 - 19 Agosto)* Festeggiamenti del Santo Patrono. Si svolgono una serie di manifestazioni: centrale È la contesa tra i rioni cittadini nella giostra della ”scifa” in costumi del ’500. La sfilata di un corteo storico in costume precede la giostra, il gioco della conca ed altri giochi popolari che trovano la loro origine dal 1200 in poi.
• Festa di Santa Rosalia - (Ultima domenica di Agosto)* Festa della Compatrona della città che si svolge nel pittoresco quartiere degli ”Scacciati”; spettacoli di arte varia, giochi popolari, lotteria.
• Sagra del Giglietto (Secondo fine settimana di Agosto)*Festa in onore del dolce tipico di Palestrina e la degustazione di tutti i prodotti tipici della città.
• Madonna dell’Aquila (Seconda Domenica di Settembre) *In occasione di questa festa rionale, le ragazze del quartiere indossano l’antico costume prenestino, tramandato di madre in figlia.
• S. Antonio da Padova. La Processione delle Zitelle (13 Giugno). Al tramonto, la statua del Santo passa in processione per le strade della cittadina. La seguono, tra gli altri fedeli, le signorine con un cero in mano e, sull’abito bianco, l’immagine a ricamo della Madonna del Carmine: alla devozione per il Santo uniscono la speranza di trovare presto un marito.

*Prima di mettersi in viaggio verificare la corispondenza delle date indicate.
 

Documenti allegati