+39 347.70.90.486
Via Margherita 22, 01010 Vejano (VT)
<<< Torna al capitolo di interesse selezionato prima

I Marroni di Cave

                                     I marroni di Cave


A Cave la castanicoltura ha antiche origini: nello Statuto degli Annibaldi del 1296 si parla già della castagna della zona di Cave, sottolineando il fiorente commercio con Roma di castagne e noci.
È da supporre quindi che il territorio attorno a questo antico insediamento fosse ricco di lussureggianti boschi di castagno.
Fino agli anni ’30, poi, alcuni produttori esportavano a Parigi i Marroni di Cave, per la produzione dei celeberrimi Marron Glacés; dalla stazione di Cave partivano dei treni merci carichi di marroni alla volta della capitale e, quindi, della Francia.
Proprio in quel periodo, agli inizi del secolo, quando ogni anno si ottenevano ben 6000 quintali di ottimi frutti, i produttori di allora diedero inizio a quella che sarebbe diventata un’importante tradizione, istituendo la ”sagra delle castagne”.
I castagneti hanno subito bombardamenti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, e per un lungo periodo sono stati abbandonati; negli ultimi anni, però, è tornata una grande attenzione per il prodotto, in particolare cercando di sensibilizzare i produttori affinchè mettano a dimora nuove piantine da innestare, poi, con la tipica qualità di Cave.
Non molto distante, nel Comune di Rocca di Cave viene prodotta una castagna locale: la ”castagna di Rocca di Cave”, ed il ”marrone ed il marroncino di Rocca di Cave”.

12/09/2018
Documenti allegati